Come usare bene l’ idropulsore

L’idropulsore è un eccellente strumento da avere sempre in casa se si vuole curare l’ igiene orale. Spesso eravamo abituati ad avere sulla mensola del bagno solo un semplice spazzolino e del filo interdentale, ma con i nuovi studi in campo di ortodonzia, sono arrivati sul mercato una serie di strumenti che possono migliorare il nostro benessere. L’idropulsore è sicuramente uno di questi.

Seguite il link se siete interessati ad approfondire http://sceltaidropulsore.it.

 

La funzione principale di un idropulsore è il lavaggio orale, quindi va utilizzato dopo lo spazzolino sia elettrico che manuale. La tecnologia è piuttosto semplice, consiste in un dispositivo che sfrutta l’azione pulente di un getto d’acqua pulsante, che viene indirizzato tramite beccucci per pulire con cura il solco gengivale e lo spazio interdentale. Grazie a questo getto d’acqua riesce quindi a ripulire le zone più difficili da raggiungere con un semplice spazzolino.

In commercio ci sono diversi modelli, si differenziano in base al design e alla pressione dell’acqua che è regolabile su più livelli, così come la frequenza dei getti. Generalmente se ne sconsiglia l’uso a forte pressione se ci troviamo di fronte a gengive particolarmente sensibili o infiammate.

 

Recenti studi attribuiscono all’idropulsore una buona efficacia quasi paragonabile a quella del filo interdentale. Inoltre è risultato altrettanto ottimo anche per rimuovere la placca e ridurre il sanguinamento o l’irritazione delle gengive. Di solito è molto utile per rimuovere i detriti di cibo e al tempo stesso essere meno invasivo di altre tecniche. Se si hanno difficoltà nell’utilizzo del filo interdentale l’idropulsore sicuramente può sostituirlo ed evitare traumi alle gengive. Infatti è possibile che un utilizzo improprio del filo interdentale o delle flossette possa dare luogo a diversi problemi.

 

Questo strumento inoltre può risultare piuttosto utile anche se si è alle prese con un apparecchio ortodontico o con una protesi fissa. Gli ultimi modelli in commercio sono dotati di beccucci specifici adatti a qualsiasi tipo di necessità, apparecchio o protesi. Inoltre spesso sono settati per presentare dei programmi specifici per la pulizia delle diverse zone del cavo orale. Generalmente viene caricato con semplice acqua, ma non è vietato aggiungere anche del collutorio per meglio disinfettare la bocca.  Acquistando un idropulsore però dobbiamo sapere che non può assolutamente sostituirsi allo spazzolino, errore che spesso sentiamo fare.